Extramamma
Skip to content

Oggetti smarriti

2014 April 14
by patriziavioli

medaglietta

Sabato ero di corsa, come sempre.
Accompagna questa di là. Porta quest’altra di su e di giù. Fai la spesa. Ricordati quell’altro.
Fra le tante incombenze c’era anche la toeletta di Lola. Ogni tot mi tocca anche quello.
Così l’ho accompagnata da Cani Bellissimi, dove invece delle due simpatiche punkabbestia piene di piercing e tatuaggi, tanto amanti degli animali, ho trovato due tizi nuovi.
Anziani, lui e lei, che così a pelle, (a pelo per Lola) non mi sono piaciuti.
Non sorridevano e indossavano un brutto e triste grembiule blu. Sul bancone vicino alla cassa non c’era neanche il solito barattolo di biscottini al sapore di pollo e vitello.
“E’ cambiata la gestione?”
“Sì, un mese fa”
Avrei voluto dire: “Allora ciccia” e andarmene.
Ma oramai ero lì. La slot-toeletta si incastrava perfettamente con tutte le altre cose da fare quel giorno.
Quindi ho passato il guinzaglio al tizio che, nonostante Lola puntasse le unghie per terra per non andare con lui sul retro a farsi lavare, è riuscito a trascinarla nella zona shampi canini.
“Torni fra un’ora e mezza”
“Ci vuole così tanto? Per un bagnetto e una spuntatina sotto la pancia?”
“Eh sì, signora…”
Sono uscita perplessa, sentendomi in colpa.
Avevo lasciato il mio cane a un estraneo che non mi piaceva per nulla.
Appena risalita in auto (Cani Bellissimi è in mezzo al nulla, quindi non potevo certo bighellonare sullo stradone a fianco della tangeziale) ho chiamato Sant’ per condividere l’ansia.
Lui mi ha rassicurato e proposto di tornare a casa. Sarebbe andato lui a prendere Lola. Così poi mi avrebbe dato anche il suo giudizio sulla nuova gestione di Cani Bellissimi.
Appena arrivata a casa è suonato il cellulare.
Numero sconosciuto, ho perso la chiamata e riprovato a telefonare.
Nessuno ha risposto.
Nel frattempo ho organizzato una merenda per gli amici di mia figlia venuti a studiare, proposto di riportarli alla più vicina fermata di metropolitana per farli tornare a casa, ho salutato Emma che è tornata dalla partita di pallavolo, poi stavo quasi per rilassarmi un attimo quando è arrivato un bip. Messaggio in segreteria.
“Buongiorno, qui è Cani Bellissimi abbiamo trovato la medaglietta del suo cane Lola, ci dispiace che sia rimasta qui. Quando avrà tempo potrà passarla a prendere”
Hanno trovato la medaglietta?
Come quando tuo figlio sparisce e trovano la sua scarpina in un bosco?
In preda all’angoscia ho richiamato subito.
“… oltre alla medaglietta da voi ci deve essere anche il cane!”
“Ma dai!” (giuro, mi ha risposto così il vecchio rimba)
“Ho lasciato lì Lola mezz’ora fa, dov’è?”
“Ah, allora dovrebbe essere ancora di là, forse ci siamo confusi…sa i collari, le medagliette, i guinzagli”
Ho richiamato Sant’.
Questa volta non mi ha rassicurato, anzi ha detto: “Adesso vado io, se hanno perso Lola gli butto giù il negozio”
Non c’è stato bisogno. Fortunatamente.
Mezz’ora dopo eravamo finalmente tutti riuniti a casa: Lola ancora con il pelo umido ma la medaglietta al posto giusto.

Evoluzione della specie

2014 April 11
by patriziavioli

Sono sempre molto negativa sulle idee che mi vengono per scrivere nuovi post, così per non latitare per troppo tempo, ho deciso di andare sul classico. L’evoluzione della specie.
Il mio ex bebè:
IMG_1236
oggi è così:
emma
La piccola Emma (cm 171), dopodomani, compirà 14 anni.
Ma io, ormai rimbabita, tutte le mattine le chiedo ancora: hai preso la merenda?

Serpeggia una certa tensione…

2014 March 27
by patriziavioli

IMG_2496

Sono stata via un paio di giorni per la Fiera del Libro a Bologna e nel mio quartiere (residenziale e verde come come quello che ho descritto in Una mamma da URL) le cose sono precipitate!
Soprattutto fra l’allegro gruppo dei proprietari di cani e il resto del mondo.
Come avevo già raccontato ogni tanto nei prati intorno alle abitazioni vengono mandati degli agenti della polizia locale in borghese (per raccogliere fondi) che multano (di un bel 100 euro) i proprietari che vengono beccati a pascolare il loro cane senza guinziaglio.
E’ successo anche un paio di pomeriggi fa, ma il vigile ha scelto la signora sbagliata. Infatti invece di sottostare e fornire le generalità per il verbale la suddetta si è messa a discutere e ha reagito piuttosto male.
Sono volate parole grosse e presto i due contendenti sono venuti alle mani.
(Non essendo stata presente, purtroppo ho solo notizie di seconda mano!).
In un primo resoconto sembrava che, nel crescendo della tensione, il cane della signora, per solidarietà con la padrona, avesse morsicato la mano all’agente. Mentre nella seconda versione, forse più vera (perchè pubblicata dal giornale locale) ma più sorprendente, è stata addirittura la signora ad azzannare la mano del vigile.
Poi lei dallo stress ha avuto un piccolo malore.
Così alla fine sono arrivate due ambulanze: una per ogni contendente.
La signora in manette e il vigile con sette giorni di prognosi.
(Ma chi avrà riportato a casa il cane?)

#nonditeloaigrandi Alla fiera del libro per ragazzi a Bologna

2014 March 25
by patriziavioli

foto 32Sono stata alla fiera del libro di Bologna e in particolare ho gironzolato per il padiglione 33, dedicato alle famiglie, ai non adetti ai lavori. Uno spazio bellissimo, allegro e colorato, allestito per promuovere la lettura fra i bambini e i ragazzi e aggiunto per la prima volta in questa edizione all’esposizione ufficiale nei padiglioni confinanti.foto 31
Qui si possono, fino a giovedì, incontrare autori (specialmente nello spazio Teeen Track dove faranno presentazioni alcuni scrittori come Cristiano Cavina, Paola Capriolo, Paolo di Paolo, Paolo Nori). Acquistare libri per i primi lettori, per bambini e ragazzi (classici, contemporanei, album illustrati e fumetti), ammirare una bellissima mostra di illustrazioni ma anche semplicemente sedersi o sdraiarsi a leggere.

Dall’altra parte della Fiera invece, nella zona business, ci sono gli espositori delle maggiori case editrici italiane e internazionali. Si punta naturalmente al best-seller. A farla da padrone è ancora il fantasy e il mercato anglossassone. Gli editori sono alla ricerca di una nuova Rowling o una nuova Collins, per copiare il successo di Harry Potter e degli Hunger Games. E’ un po’ triste pensare che noi siamo sempre così pecoroni. Da adulti abbiamo subito il l’exploit planetario delle 50 sfumature e cercato di emularne il successo con un fiume di romanzi erotici. E per gli adolescenti è la stessa cosa. Fantasy invece di sesso. Ma sempre mappazzoni irrealistici.
Questo mi rende un po’ triste perchè la letteratura è un’altra cosa.

Quindi chiudo il post con tre immaginette sacre :)

foto 5cfoto 3foto 4